Nelle sale restaurate del Castello Dal Verme di Zavattarello dal 2003 ha sede una collezzione di arte contemporanea in continua crescita ed evoluzione, che è una attrattiva in più per i visitatori che salgono per visitare la rocca medievale.

Pubblicato in MUSEI

Tale frassino secolare è sito nei pressi di Campoferro presso Voghera, vicino alla tangenziale che collega Casteggio a Voghera, che la tradizione vuole essere l'albero della piccola vedetta lombarda, secondo De Amicis autore del libro "Cuore" durante il combattimento di Montebello avvenuto nella Seconda Guerra d'Indipendenza Italiana tra esercito franco-piemontese contro l'esercito austriaco il 20 Maggio 1859, un ragazzo salì su di un albero per segnalare ai piemontesi gli spostamenti delle truppe austriache, che avvistatolo spararono parecchi colpi per abbatterlo, nonostante gli appelli del comandante dei cavalleggieri piemontesi di scendere, rimase eroicamente sul posto di vedetta e colpito da una fucilata, morì.

Pubblicato in ALTRO
Sabato, 13 Aprile 2013 16:22

Palazzo Dattili Della Torre di Voghera

Palazzo Dattili è un edificio costruito in laterizio a vista, la facciata in stile neoclassico non presenta peculiarità stilistiche ed è integrato con altri edifici nel centro cittadino, ma la storia ad esso collegata è notevole dato che vi soggiornò e pernottò Napoleone Bonaparte dopo la Battaglia di Casteggio-Montebello del 9 Giugno 1800 e preludio della grande battaglia di Marengo. Nella battaglia di Casteggio- Montebello, ricordata nelle stampe d'epoca come la "Bataille du Copu", battaglia del Torrente Coppa, vide emergere il genio di un generale napoleonico Jean Lannes che era avanguardia dell'esercito francese proveniente, vi aveva attraversato il Po, a San Cipriano Po e con un numero di fanti nettamente inferiore circa 8.000 contro 14.000 austriaci diede battaglia che durò un giorno intero, lo scontro iniziò nella Frazione Fumo di Corvino S. Q. dove gli austiaci erano attestati sulla riva sinistra di un corso d'acqua che è localizzato, proveniendo da Casteggio, all'imbocco di Fumo e che scorre dalla frazione Rivetta. Le loro artiglierie strategicamente poste sulle prime colline che iniziano ad elevarsi sulla pianura, battevano la pianura stessa, Gli austriaci furono sconfitti e ripiegarono. Lo scontro fu oltremodo violento e duro a Casteggio per occupare i ponti che attraversavano il Torrente Rile e Coppa, e furono definitivamente sconfitti in Montebello e si ritirarono verso Voghera

Pubblicato in ALTRO
Sabato, 13 Aprile 2013 15:07

La Certosa di Casteggio

La Certosa di Casteggio, edificata dai monaci seguaci di San Brunone tra il 1700 ed il 1705, è una costruzione con la pianta a forma di "C" e costruita in laterizio a vista e recentemente ristrutturata dal Comune di Casteggio, è in stile barocco con un bel portale d'ingresso coevo, sito sul lato nord, nel cortile interno pavimentato con la tipica rizzarda, nel centro si erge un pozzo coevo con la copeturtura che imita un cappello di foggia orientale in rame di gusto chinoiserie, il lato sud è chiuso da un muro con ampio portone che portava nell'orto giardino adiacente, nel lato ovest un altro cortile pavimentato con rizzarda, fu alienata nell'Ottocento divenendo proprietà privata. L'ultimo proprietario il Prof. Luigi Cantù la lasciò al Comune di Casteggio. La Certosa è il fulcro della vita culturale del paese sede del Museo Archeologico e Biblioteca Comunale, sede di mostre ed eventi che spaziano in ambito culturale.

La Certosa si trova in Via Circonvallazione Cantù a Casteggio

Pubblicato in ALTRO

Fu il palazzo signorile del Conte Emanuele Kevenuller erede dei Mezzabarba, plenipotenziario di Maria Teresa d'Austria, quando l'Oltrepò Pavese era dominio austriaco, passò al Regno Piemontese nel 1743 dopo il trattato di Worms che poneva fine alla guerra di successione austriaca per ringraziare il suo sovrano Carlo Emanuele III che aveva partecipato alla guerra alleato con l'Austria. Fu ristrutturato in stile neoclassico dal celebre architetto che ristrutturò anche l'Università di Pavia, Leopold Pollak allievo del più noto architetto e pittore Luigi Van Wittel detto il Vanvitelli. Il progetto di ristrutturazione fu elaborato da Leopold Pollak ed il costruttore Benedetto Guarini.

Pubblicato in ALTRO

Il Museo venne fondato nel 1971 da appassionati di mineralogia e paleontologia, accumunò le proprie collezioni per divulgare a scopo didattico al mondo scolastico la conoscenza delle epoche geologiche. Oltre a raccolte paleontologiche sono dedicate sale alla minerologia, alla botanica ed alla zoologia e per tutte le sezioni sono allestite vetrine legate ad aspetti generali e vetrine legate al materiale di recupero in zona.

Pubblicato in MUSEI

Il Museo conserva cimeli, documenti , armi, medaglie, uniformi militari, dal periodo napoleonico ad oggi. Tra le collezioni del Museo, il bene più famoso è la pistola Beretta 34 calibro 9 , che fu impiegata per uccidere il 28 Aprile 1945 a Dongo Benito Mussolini e Claretta Petacci. Molto celebre l'autovettura A112 sulla quale vi trovarorono la morte  per un agguato di mafia il Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa e la di lui moglie Emanuela Setti Carraro, in Palermo.

Pubblicato in MUSEI

E' di recente apertura, la sua collocazione è nella zona più ricca di storia di tutta la città di Casteggio: sul Pistornile proprio sotto la chiesa di San Pietro addossato alle robuste mura medioevali a pochi passi dalla settecentesca Certosa. I creatori hanno cercato di conservare e valorizzare gli edifici per lasciar vivere un pezzo del vecchio paese, così come poteva essere alla fine dell'Ottocento.

Pubblicato in MUSEI

Era nato inizialmente come "Museo del Po" avendo il grande fiume fornito in seguito e dopo le piene molti materiali, archeologici e fossili di notevole interesse scientifico, il Museo Naturalistico ha man mano ampliato i suoi orizzonti nel testimoniare l'ambiente naturalistico dell'intero Oltrepò Pavese. Il primo settore è dedicato alla geologia ed ai minerali le rocce tipiche del territtorio, settarie e cristalli, oltre alle tracce di oro del Po, reperite nella sabbia e nella ghiaia del fiume.

Pubblicato in MUSEI
Sabato, 13 Aprile 2013 08:59

Museo della fisarmonica di Stradella

Il Museo è dedicato a Mariano Dallapè di origine trentine che doveva conoscere l'akkordion austriaco brevettato da Demien, partendo dall'organetto diatonico prodotto in Germania, in Francia ed in Italia grazie al lombardo Giorgio Savoia e poi da molti altri, che produce suoni diversi sia spingendo che tirando il mantice, mentre la fisarmonica ne produce uno solo sempre lo stesso, creò l'omonima fabbrica di Stradella grazie alla manodopera specializzata definiti "artisti operai" che assurse agli onori della cronaca mondiale per la straordinaria potenza e dolcezza del suono, peculiariarità delle finasarmoniche prodotte in loco.

Pubblicato in MUSEI
Pagina 1 di 2

Pista Motocross Monte Terso

28 Aprile 2013 in MOTOTURISMO 2841 hits

In località Monte Terso, a un altitudine superiore ai 500 metri, nel cuore delle colline del comune di Rocca Susella,…

 from 0 votes

Val Curone e..

05 Febbraio 2013 in MOTOTURISMO 3355 hits

Itinerario di Mototurismo pubblicato grazie alla collaborazione di http://www.giscover.com. Itinerario tracciato daalessandro menozzi, utente di Giscover I MULINI DELLA VAL…

 from 0 votes

Via del Sale Varzi

05 Febbraio 2013 in MOTOTURISMO 4558 hits

Itinerario di Mototurismo pubblicato grazie alla collaborazione di http://www.giscover.com. Itinerario tracciato da alessandro menozzi, utente di Giscover LA VAL CURONE…

 from 0 votes

Pavese nascosto

05 Febbraio 2013 in MOTOTURISMO 3309 hits

Itinerario di Mototurismo pubblicato grazie alla collaborazione di http://www.giscover.com. Itinerario tracciato da alessandro menozzi, utente di Giscover PAVESE NASCOSTO(6 APRILE 2008)Questa domenica dovevamo…

 from 0 votes

Fantasma pavese

05 Febbraio 2013 in MOTOTURISMO 3320 hits

Itinerario di Mototurismo pubblicato grazie alla collaborazione di http://www.giscover.com. Itinerario tracciato da alessandro menozzi, utente di Giscover FANTASMA PAVESE.. (13…

 from 0 votes

Rocca-Fortunago

05 Febbraio 2013 in MOTOTURISMO 3070 hits

Itinerario di Mototurismo pubblicato grazie alla collaborazione di http://www.giscover.com. Itinerario tracciato da Otis Bkr, utente di Giscover La traccia proposta…

 from 0 votes