arno faravelli

arno faravelli

La villa Lomellini dei Conti Lomellini, sorge nel centro storico di Montebello D.B. E' di forma quadrangolare sormontata da una piccola torre terminante a terrazza, dalla quale si può dominare l'intera Pianura Padana. l'edificio risale al Seicento con successive e continue ristrutturazioni. Una mappa della prima metà del Settecento riporta la presenza del parco con alberi di alto fusto.

La villa "Meroni" della Frazione Porana del Comune di Pizzale, è di impianto settecentesco, rimaneggiata nell'Ottocento su progetto dell'Ing. Severino Grattoni di Voghera, ha un imponente parco piantumato con ippocastani e querce ed un giardino all'italiana. Vi soggiornò nel 1883 il Re D'Italia Umberto I in visita all'Oltrepò Pavese, in occasione delle grandi manovre dell'Esercito Italiano, che si svolsero nel Varzese e nei pressi di San Sebastiano Curone (AL)  e vi partecipò il reparto di cavalleria stanziato nella caserma di Voghera.

Nella Frazione Pancarana del Comune di Bastida Pancarana sorge una chiesetta esternamente insignificante, che nel proprio interno custodisce preziosi affreschi tardo quattrocenteschi del pittore Bernardino De Rossi di Pavia, la sua pittura colta si avvicina a quella di Vincenzo Foppa ed a quella di Ambrogio da Fossano detto il Bergognone

Durante la Seconda Guerra d'Indipendenza Italiana culminata nello scontro tra esercito franco-piemontese contro esercito austriaco, il 20 Maggio 1859 in Montebello della Battaglia, una intera famiglia di Torricella Verzate fu trucidata dalle truppe austriache in avanzata al comando del Generale Urban, nel perquisire una fattoria nella quale i Cignoli erano fittavoli del fondo e trovato nell'abitazione un vecchio fucile da caccia, li portarono nei pressi di Casteggio alla Frazione California e fucilarono i nove componenti della famiglia Che vennero poi sepolti nel cimitero della Frazione Mairano di Casteggio. 

Tale frassino secolare è sito nei pressi di Campoferro presso Voghera, vicino alla tangenziale che collega Casteggio a Voghera, che la tradizione vuole essere l'albero della piccola vedetta lombarda, secondo De Amicis autore del libro "Cuore" durante il combattimento di Montebello avvenuto nella Seconda Guerra d'Indipendenza Italiana tra esercito franco-piemontese contro l'esercito austriaco il 20 Maggio 1859, un ragazzo salì su di un albero per segnalare ai piemontesi gli spostamenti delle truppe austriache, che avvistatolo spararono parecchi colpi per abbatterlo, nonostante gli appelli del comandante dei cavalleggieri piemontesi di scendere, rimase eroicamente sul posto di vedetta e colpito da una fucilata, morì.

Sabato, 13 Aprile 2013 16:58

Palazzo Gounela di Voghera

Palazzo Gounela è sede del Municipio di Voghera, il cui nome deriva da un usciere del 1700 e personaggio storico della città, le due facciate con l'ingresso principale in Piazza Duomo e l'altra in via Emilia, sono costruite in perfetto stile neoclassico tardo 1829 e realizzato tra il 1844 al 1847, in provincia gli stili arrivavano con anni di ritardo, quando da decenni erano già finiti e soppiantati da un altro. Fu progettato su incarico del comune dall'architetto milanese Giacomo Maraglia e la decorazione della sala consigliare fu attuata dal pittore Angelo Moia e l'affresco del soffitto , con la nomina di Voghera a città, dal pittore torinese Paolo Emilio Morgari. Voghera fu sede di Provincia nel Regno Sabaudo e la sede localizzata all'inizio di Via Cavour.

Sabato, 13 Aprile 2013 16:22

Palazzo Dattili Della Torre di Voghera

Palazzo Dattili è un edificio costruito in laterizio a vista, la facciata in stile neoclassico non presenta peculiarità stilistiche ed è integrato con altri edifici nel centro cittadino, ma la storia ad esso collegata è notevole dato che vi soggiornò e pernottò Napoleone Bonaparte dopo la Battaglia di Casteggio-Montebello del 9 Giugno 1800 e preludio della grande battaglia di Marengo. Nella battaglia di Casteggio- Montebello, ricordata nelle stampe d'epoca come la "Bataille du Copu", battaglia del Torrente Coppa, vide emergere il genio di un generale napoleonico Jean Lannes che era avanguardia dell'esercito francese proveniente, vi aveva attraversato il Po, a San Cipriano Po e con un numero di fanti nettamente inferiore circa 8.000 contro 14.000 austriaci diede battaglia che durò un giorno intero, lo scontro iniziò nella Frazione Fumo di Corvino S. Q. dove gli austiaci erano attestati sulla riva sinistra di un corso d'acqua che è localizzato, proveniendo da Casteggio, all'imbocco di Fumo e che scorre dalla frazione Rivetta. Le loro artiglierie strategicamente poste sulle prime colline che iniziano ad elevarsi sulla pianura, battevano la pianura stessa, Gli austriaci furono sconfitti e ripiegarono. Lo scontro fu oltremodo violento e duro a Casteggio per occupare i ponti che attraversavano il Torrente Rile e Coppa, e furono definitivamente sconfitti in Montebello e si ritirarono verso Voghera

Sabato, 13 Aprile 2013 15:07

La Certosa di Casteggio

La Certosa di Casteggio, edificata dai monaci seguaci di San Brunone tra il 1700 ed il 1705, è una costruzione con la pianta a forma di "C" e costruita in laterizio a vista e recentemente ristrutturata dal Comune di Casteggio, è in stile barocco con un bel portale d'ingresso coevo, sito sul lato nord, nel cortile interno pavimentato con la tipica rizzarda, nel centro si erge un pozzo coevo con la copeturtura che imita un cappello di foggia orientale in rame di gusto chinoiserie, il lato sud è chiuso da un muro con ampio portone che portava nell'orto giardino adiacente, nel lato ovest un altro cortile pavimentato con rizzarda, fu alienata nell'Ottocento divenendo proprietà privata. L'ultimo proprietario il Prof. Luigi Cantù la lasciò al Comune di Casteggio. La Certosa è il fulcro della vita culturale del paese sede del Museo Archeologico e Biblioteca Comunale, sede di mostre ed eventi che spaziano in ambito culturale.

La Certosa si trova in Via Circonvallazione Cantù a Casteggio

Fu il palazzo signorile del Conte Emanuele Kevenuller erede dei Mezzabarba, plenipotenziario di Maria Teresa d'Austria, quando l'Oltrepò Pavese era dominio austriaco, passò al Regno Piemontese nel 1743 dopo il trattato di Worms che poneva fine alla guerra di successione austriaca per ringraziare il suo sovrano Carlo Emanuele III che aveva partecipato alla guerra alleato con l'Austria. Fu ristrutturato in stile neoclassico dal celebre architetto che ristrutturò anche l'Università di Pavia, Leopold Pollak allievo del più noto architetto e pittore Luigi Van Wittel detto il Vanvitelli. Il progetto di ristrutturazione fu elaborato da Leopold Pollak ed il costruttore Benedetto Guarini.

Il Museo venne fondato nel 1971 da appassionati di mineralogia e paleontologia, accumunò le proprie collezioni per divulgare a scopo didattico al mondo scolastico la conoscenza delle epoche geologiche. Oltre a raccolte paleontologiche sono dedicate sale alla minerologia, alla botanica ed alla zoologia e per tutte le sezioni sono allestite vetrine legate ad aspetti generali e vetrine legate al materiale di recupero in zona.

Pagina 4 di 5

RISTORANTE BAR MERENDERIA SANT'ALBERTO

15 Dicembre 2015 in RISTORANTI 1741 hits

La struttura è dotata di Bar, Veranda chiusa per Merende, elegante Sala Ristorante e Terrazza Coperta. La cucina casalinga abbraccia…

 from 0 votes

TRATTORIA "IL CEPPO"

08 Luglio 2014 in RISTORANTI 3532 hits

Una trattoria tipica tra le colline dell'Oltrepo' Pavese e precisamente nel piccolo e suggestivo borgo di Volpara (PV) "Cucinare è…

 from 0 votes

La cena di Pitagora

24 Giugno 2013 in RISTORANTI 3625 hits

A San Ponzo, un piccolo borgo nel comune di Ponte Nizza, in Oltrepò Pavese, è nata l’associazione vegetariana “La cena…

 from 0 votes

RISTORANTE L'INCONTRO

05 Febbraio 2013 in RISTORANTI 3547 hits

Siete alla ricerca di una calda accoglienza e dei prodotti tipici dell’oltrepò pavese ? La risposta alle vostre richieste è…

 from 0 votes

RISTORANTE DELLA POSTA

05 Febbraio 2013 in RISTORANTI 6430 hits

Pietragavina nel cuore della lussureggiante Valle Staffora, il cui territorio rivela agli occhi del visitatore attento una serie di tesori…

 from 0 votes

OSTERIA DI LIRIO

05 Febbraio 2013 in RISTORANTI 5716 hits

Lirio, è, un piccolissimo paese tra i vigneti, quasi magico dal silenzio che c'è, e ha un'osteria dal 1932. Osteria,…

2.50  from 2 votes

DOMUS PARADISI

03 Febbraio 2013 in RISTORANTI 4446 hits

Situato tra le verdeggianti colline del comune di Cigognola, il ristorante Domus Paradisi è nato a seguito della trasformazione e…

 from 0 votes