arno faravelli

arno faravelli

Lunedì, 15 Aprile 2013 15:18

Torre di Porta Sottana Varzi

La torre di porta sottana e con la torre di porta soprana e che con le mura di cinta erano difesa e protezione del borgo abitato quando venne costituito il Marchesato di Varzi nel 1275. La costruzione in pietra locale venne eretta nel XII secolo, è tuttora molto ben conservata ed è di proprietà della famiglia Mazza Galanti.

Lunedì, 15 Aprile 2013 14:38

Castello di Romagnese

Il castello di Romagnese edificato in pietra locale, con il poderoso maschio, fu riedificato su una precedente costruzione da Jacopo Dal Verme tra il XIV e XV secolo e da questa famiglia nobiliare prese il nome Fu abitato per molti anni dalla famiglia Pietra il nonno ed il padre, entrambi medici, del celebre giornalista ex direttore del "Giorno" ed del "Messaggero", scrittore ed ex comandante partigiano, Italo Pietra, nome di battaglia Edoardo.

Il castello di Branduzzo in località Branduzzo che sino al 1928 era comune a sè stante, di proprietà del Conte Perrucchetti, è un maniero che si erge sulla Pianura Padana, costruito in laterizio, ne è documentata la presenza sino dal 1200 proprietà della famiglia Botta, poi Botta Adorno che fu di proprietà del Generale austriaco, plenipotenziario nei Paesi Bassi, Marchese Antoniotto o Ottone Botta Adorno, fu anche il gererale comandante delle truppe austriache nella Repubblica di Genova, cacciate dalla rivolta popolare di Portoria scatenata da Giovan Battista Perasso detto "Balilla".

Lunedì, 15 Aprile 2013 10:06

Palazzo Negrotto Cambiaso di Retorbido

Nel centro del paese di Retorbido sorge palazzo dei  Marchesi Negrotto-Cambiaso Durazzo Pallavicini del XVIII secolo in stile neoclassico, con due torri situate agli angoli, certamente luogo di rappresentanza, posto di fronte alla chiesa parrocchiale, è una costruzione massiccia in cui si apre sul retro, un bel giardino. Alcuni ritengono che nel palazzo siano inglobati i resti del castello, la cui presenza in Retorbido è quasi certa, visto che il borgo fu sede di un importante feudo e di podestà.

Lunedì, 15 Aprile 2013 09:34

Palazzo Nocca di Barbianello

Il palazzo Nocca è localizzato nel centro del Comune di Barbianello, l'edificio è del XVIII secolo, costruito in laterizio a vista, il retro da su un ampio giardino ed il portale d'accesso finemente lavorato in cotto sembra a prima vista molto più antico. Carlo Francesco Nocca domiciliato in Pavia, si era laureato in chimica nell'Università di Pavia ed aveva fama di alchimista e negromante, era molto amico del Direttore della Scuola Civica di Pittura di Pavia, il pittore romantico Giacomo Trecourt che a sua volta era sostenitore, difensore ed amico di Giovanni Carnovali detto il "Piccio", suo compagno all'Accademia di Pittura "Carrara" di Bergamo, entrambi allievi di Giuseppe Diotti. Ricordo che la Scuola Civica di Pittura pavese chiusa nel 1934, diede impulso al movimento artistico denominato "Scapigliatura Lombarda" Federico Faruffini, in particolare e Tranquillo Cremona, furono allievi del Trecourt ed amici del Piccio, furono gli artefici del movimento che iniziò a Pavia ed in seguito vi aderirono molti altri pittori.

Lunedì, 15 Aprile 2013 09:12

Torre Griziotti di Santa Giuletta

Su di una altura collininare di circa 137 m. nel Comune di Santa Giuletta, nei pressi della Frazione Monteceresino, si eleva in un punto strategico dove vi si domina la Pianura Padana e la catena alpina dal Sestiere al Resegone, la Torre Griziotti, oggi proprietà Sarolli. La torre di impianto medioevale con annesso fabbricato, probabilmente una casa forte, in origine era dei Beccaria, poi nel corso dei secoli divenne proprietà di diverse famiglie; Porcara, Fossati e Griziotti. Il Griziotti la ricevette in eredità dalla sorella Luigia che aveva sposato un Fossati.

Nel castello di Oramala, nell'opera di ristrutturazione dell'antico maniero, si è inserito anche un museo della lavorazione del ferro. Sono infatti raccolti nel museo circa 2100 reperti, che permettono di capire come si viveva e si lavorava in Valle Staffora; oggetti utilizzati da diversi artigiani come, mugnai, falegnami, ciabattini e fabbri, in particolare gerle per il trasporto del fogliame che serviva in sostituzione della paglia per le lettiere animali e per il trasporto di legna, strumenti per marchiare a fuoco il bestiame, una rudimentale imbottigliatrice dell'Ottocento, una zangola di legno a pistone utilizzata per fare il burro ed oggetti che permettono di meglio capire la vita contadina montana nel passato.

Domenica, 14 Aprile 2013 11:30

Museo delle api di Montalto Pavese

Presso l'antico palazzo Cristina, uno degli edifici più antichi di Montalto Pavese sito in Piazza IV Novembre vi si trova il Museo delle api. Il Museo è dedicato a due apicoltori del luogo, Carlo Perotti ed il Commendatore Zelindo Martini, che sono i primi ideatori della raccolta che rappresenta e racconta l'evoluzione delle loro tecniche di apicoltori dagli anni 30  sino agli anni 90 del secolo scorso. Il Percorso museale è costituito da una carrellata di attrezzi e mostra l'evoluzione delle tecniche di apicoltura nel corso degli anni, a partire dalle arnie a favo fisso, sino ad arrivare ad un'apicoltura a favo mobile.

Domenica, 14 Aprile 2013 09:52

Villa Serpi di Montebello Della Battaglia

Nella parte alta di Montebello, dove la salita di Via Mameli termina in uno slargo sorge un'armoniosa villa di campagna formata da un corpo centrale arretrato con due ali più basse che racchiudono un piccolo giardino antistante. Sul retro si apre un ampio parco che spazia verso la campagna circostante Grazie a documenti esistenti si conosce quando e perchè la villa fu costruita nel 1743 dal N.H. Gaspare Giorgi che fabbricherà il corpo centrale mentre le ali saranno costruite dai cugini Del Conte.

E' una villa circondata da un vasto e bellissimo parco secolare, che comprende anche un laghetto d'acqua sorgiva situato nella parte bassa nei pressi della chiesa di Genestrello. Il fabbricato fu costruito agli inizi del 1600, sull'area di una precedente casa padronale con antica torre annessa, da Cosimo Lunati. In seguito subirà numerose modifiche, l'ultima delle quali nel 1935. La famiglia Lunati terrà la proprietà per circa trecento anni, l'ultimo discendente dei Lunati lascierà la proprietà alla moglie, dopo la di lei morte erediterà la villa l'Ospedale Maggiore di Milano. Nel 1857 L'ospedale Maggiore vende la villa e la tenuta al marchese Giorgio Pallavicino Trivulzio, condannato dagli austriaci a 10 anni di carcere nello Spilberg in Moravia perchè appartenente alla Carboneria in compagnia di Pellico, Confalonieri, Maroncelli ed altri italiani. Sposò Anna Koppman figlia del direttore del penitenziario. Nella villa di Genestrello il Marchese Pallavicino ospitò più di una volta il Generale Garibaldi e Nino Bixio.

Pagina 3 di 5

RISTORANTE BAR MERENDERIA SANT'ALBERTO

15 Dicembre 2015 in RISTORANTI 1741 hits

La struttura è dotata di Bar, Veranda chiusa per Merende, elegante Sala Ristorante e Terrazza Coperta. La cucina casalinga abbraccia…

 from 0 votes

TRATTORIA "IL CEPPO"

08 Luglio 2014 in RISTORANTI 3532 hits

Una trattoria tipica tra le colline dell'Oltrepo' Pavese e precisamente nel piccolo e suggestivo borgo di Volpara (PV) "Cucinare è…

 from 0 votes

La cena di Pitagora

24 Giugno 2013 in RISTORANTI 3625 hits

A San Ponzo, un piccolo borgo nel comune di Ponte Nizza, in Oltrepò Pavese, è nata l’associazione vegetariana “La cena…

 from 0 votes

RISTORANTE L'INCONTRO

05 Febbraio 2013 in RISTORANTI 3547 hits

Siete alla ricerca di una calda accoglienza e dei prodotti tipici dell’oltrepò pavese ? La risposta alle vostre richieste è…

 from 0 votes

RISTORANTE DELLA POSTA

05 Febbraio 2013 in RISTORANTI 6430 hits

Pietragavina nel cuore della lussureggiante Valle Staffora, il cui territorio rivela agli occhi del visitatore attento una serie di tesori…

 from 0 votes

OSTERIA DI LIRIO

05 Febbraio 2013 in RISTORANTI 5716 hits

Lirio, è, un piccolissimo paese tra i vigneti, quasi magico dal silenzio che c'è, e ha un'osteria dal 1932. Osteria,…

2.50  from 2 votes

DOMUS PARADISI

03 Febbraio 2013 in RISTORANTI 4446 hits

Situato tra le verdeggianti colline del comune di Cigognola, il ristorante Domus Paradisi è nato a seguito della trasformazione e…

 from 0 votes