From:

Il passo dell'Aquila

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Itinerario pubblicato con la collaborazione dell'Associazione La Pietra Verde.

Il Monte Verde (m.785 s.l.m.) è vincolato a Parco Locale di Interesse Sovracomunale, la cui estensione iniziale era di ettari 33 è stato ampliato a ettari 330. Presenta una vegetazione mista, arborea ed erbacea con esemplari di roverelle e castagni secolari. L’Università di Pavia ha ritenuto salvaguardare alcune specie di farfalle mediante la creazione di un apposito Giardino delle Farfalle.

La strada discende tra le stazioni della Via Crucis, poste ai suoi lati, fino a raggiungere l’incrocio situato sulla sella di valico denominata Croce di Verde da cui si diramano strade e sentieri per otto direzioni. L’itinerario prosegue in direzione Sud con una strada a fondo naturale da cui si vede il paesaggio di Valverde caratterizzato dalla presenza di prati e boschi interrotti da alcuni calanchi con torrioni e guglie scolpiti dall’erosione nell’arenaria, dove nidificano rapaci di varie specie.

 

Dopo aver percorso alcune centinaia di metri, si giunge ad un bivio con una strada che si stacca a sinistra e porta in direzione della spianata sulla quale sorgeva il castello di Monfalcone, del quale rimangono ora soltanto alcune parti di muri che fuoriescono dal terreno rimboschito.

L’itinerario procede con la strada di destra che sale, tra muri a secco di controripa e di sottoscarpa, testimonianti l’opera di spietratura dei terreni coltivati fino agli anni cinquanta, ormai rimboschiti da essenze spontanee miste di carpino, frassino, roverelle e noccioli, fino ad arrivare nei pressi della sommità di Monte Bruno (m 865 s.l.m.) dove predomina il bosco ceduo di castagno. In direzione Ovest è possibile vedere in lontananza l’imponente castello di Oramala che si erge sui contrafforti della media valle Staffora. Procedendo su un tratto pianeggiante che attraversa una pineta si giunge nel punto di confine dei Comuni di Valverde, Val di Nizza e Varzi chiamato dei “Tre Termini”.

Tre Termini è il sito contraddistinto da tre pietre naturali, poco sporgenti dal terreno e quasi insignificanti, ma che indicavano oltre ai tre confini comunali, anche il termine delle faticose salite, di andata e ritorno, percorse settimanalmente dagli abitanti delle vallate, carichi di merci e bestiami da vendere al mercato di Varzi o carichi di beni colà acquistati per le necessità familiari. Un tempo, nel cavo di un grosso tronco di castagno secolare, veniva allestito, nel periodo estivo, una dispensa di bevande per gli assetati viandanti.

Dopo un buon tratto di sentiero quasi pianeggiante, tra boschi di castagni, una breve salita ci porta al punto più alto del percorso sul monte Cucco per poi proseguire lungo il crinale tra le valli Staffora e Nizza. Nei pressi dei ruderi della casa Ariassa si incontra la strada provinciale Casa Ponte – Varzi da percorrere a sinistra, per 400 m, fino al paese di Oramala dominato dall’omonimo castello( m 758).

Percorrendo il sentiero dopo una nevicata, o dopo una giornata di pioggia, si ha modo di costatare attraverso le impronte, i movimenti degli animali che vivono nel bosco: le eleganti e regolari tracce della volpe, disposte in modo lineare; più zigzagate, quelle della vivace e curiosa faina che perlustra siepi e anfratti; tipiche per la particolare disposizione dei segni lasciate dalla lepre, mentre improvvise comparse e per brevi spazi, le piccole orme delle scoiattolo che alterna percorsi a terra a spostamenti sui rami delle piante; più leggere e contenute le orme del capriolo anche se somiglianti a quelle pesanti e scomposte del cinghiale. Può capitare di trovare un compagno di viaggio nel simpatico e vispo scricciolo “uccello della neve”, che appare improvvisamente, fuoriuscendo da un anfratto della scarpata, a pochi metri di distanza, per scomparire in un incavo successivo e ripresentarsi subito dopo, un poco più avanti, con il suo ciarliero cinguettio, simile ad un invito a colloquiare con lui.

Nelle altre stagioni l’ambiente è caratterizzato dal canto dei volatili che nidificano o dai richiami che vengono impartiti ai cinguettanti volardini, come il rigogolo, il merlo, l’upupa, l’usignolo, il colombaccio, inframmezzati dal tamburellare dei picchi e dai sibili dei volteggianti rapaci.

Parecchi sono le piante di fiori e frutti selvatici, tra cui molte specie protette, come il dianthus gratianapolitanus (garofanino rosa); giglio martagone e campanule oltre alle numerose tipologie di orchidee.

Letto 5060 volte
Altro in questa categoria: « La valle dell' Eco La Pinetina »

Il sentiero del grillo

10 Luglio 2014 in TREKKING 3550 hits

Partenza: Varzi (mt. 409)Arrivo: Bosmenso Inferiore (mt. 492)Tappe intermedie: Monteforte (mt. 697), Capanna del Cavagnò, Capanna del Grillo (mt. 678)Lunghezza…

 from 0 votes

Il Sentiero dei Briganti

05 Febbraio 2013 in TREKKING 5909 hits

Itinerario pubblicato con la collaborazione dell'Associazione La Pietra Verde. Questo itinerario escursionistico, lungo circa 5 km, collega i paesi di…

 from 0 votes

Passo del condottiero

05 Febbraio 2013 in TREKKING 3686 hits

Itinerario pubblicato con la collaborazione dell'Associazione La Pietra Verde. Il sentiero percorre quasi integralmente il crinale che separa la Valle…

 from 0 votes

La Faggeta

05 Febbraio 2013 in TREKKING 3382 hits

Itinerario pubblicato con la collaborazione dell'Associazione La Pietra Verde. Semplicissimo itinerario, adatto a tutti, specialmente alle famiglie. Si tratta di…

5.00  from 1 votes

Il paese fantasma

05 Febbraio 2013 in TREKKING 3716 hits

Itinerario pubblicato con la collaborazione dell'Associazione La Pietra Verde. Sicuramente un itinerario molto suggestivo che conduce ad un vecchio paesino…

 from 0 votes

Fontana vecchia

05 Febbraio 2013 in TREKKING 2683 hits

Itinerario pubblicato con la collaborazione dell'Associazione La Pietra Verde. Dal Rifugio Nassano, si diramano due sentieri che portano a due…

 from 0 votes

Anello Monte Lesima

05 Febbraio 2013 in TREKKING 7764 hits

Itinerario pubblicato con la collaborazione dell'Associazione La Pietra Verde. Dai piani di Prodongo, si percorre in direzione nord-ovest, tutta la…

 from 0 votes

Sentiero del mugnaio

05 Febbraio 2013 in TREKKING 3133 hits

Itinerario pubblicato con la collaborazione dell'Associazione La Pietra Verde. Superato il paese di Colleri, in direzione Ponte Organasco, si devia…

 from 0 votes

Sentiero della Muscarella

05 Febbraio 2013 in TREKKING 2924 hits

Itinerario pubblicato con la collaborazione dell'Associazione La Pietra Verde. Dal paese di Brallo di Pregola si prosegue per circa 30…

5.00  from 1 votes

Rifugio Nassano

05 Febbraio 2013 in TREKKING 3302 hits

Itinerario pubblicato con la collaborazione dell'Associazione La Pietra Verde. Questo antico sentiero rappresentava fino ad alcuni decenni fa l’unica via…

 from 0 votes

La Pinetina

05 Febbraio 2013 in TREKKING 2810 hits

Itinerario pubblicato con la collaborazione dell'Associazione La Pietra Verde. Questo breve e semplice itinerario parte dalla piazza principale di Brallo…

 from 0 votes

Il passo dell'Aquila

05 Febbraio 2013 in TREKKING 5060 hits

Itinerario pubblicato con la collaborazione dell'Associazione La Pietra Verde. Il Monte Verde (m.785 s.l.m.) è vincolato a Parco Locale di…

 from 0 votes

La valle dell' Eco

05 Febbraio 2013 in TREKKING 4150 hits

Itinerario pubblicato con la collaborazione dell'Associazione La Pietra Verde. Il percorso, ha inizio da un caratteristico paese: San Ponzo Semola…

 from 0 votes

E altri ...

Offerte speciali in Oltrepò