From:

Il Tempio della Fraternità

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

La storia del Tempio della Fraternità è una storia semplice, legata al ricordo dell’ultima guerra mondiale, quando infuriavano in tante contrade solo odio, violenza, persecuzione e delitto.
Un cappellano militare reduce dalla guerra, don Adamo Accosa, dopo aver visto tante distruzioni, si andava tormentando di poter fare qualche cosa anche lui, perché tornassero tra gli uomini una vera pace e una serena convivenza.
Un giorno, trovandosi nella necessità di dover costruire la piccola chiesa del suo paese sui monti, ebbe l’idea di raccogliere le rovine del conflitto (che nel 1951-’52 erano ancora tante) e con esse ricostruire il tempio come simbolo ed auspicio di una ricostruzione più grande: quella della fratellanza umana; e poi arredarlo liturgicamente con tanti ricordi dolorosi della nostra generazione, trasformando gli ordigni di distruzione e di morte in simboli e richiami di vita.
Questo prete-soldato ebbe la fortuna di incontrare casualmente a Parigi l’allora Nunzio Apostolico Mons. Angelo Roncalli (anche lui soldato nell’altra guerra) che divenne poi Papa Giovanni XXIII.

Il futuro pontefice prese subito a cuore l’iniziativa, l’incoraggiò e l’aiutò inviando anche la prima pietra, tolta dall’altare frantumato di una chiesa nei pressi di Coutances, distrutta durante lo sbarco degli Alleati in Normandia nel giugno del 1944. Una delegazione parigina portò la pietra a Cella il 7 settembre 1952, e, su una slitta infiorata, perché non c’erano ancora le strade, trainata dai bambini del paese, venne portata nel luogo dove doveva sorgere il tempio. Qui fu benedetta da un arcivescovo – già Nunzio Apostolico a Cuba ed Haiti – e posta dove ora sorge il vecchio altare storico.
Dietro quella rovina ne seguirono molte, inviate da tutte le città dove maggiormente infuriò la guerra: da Berlino, da Londra, Dresda, Varsavia, Montecassino, El Alamein ed anche da Hiroshima e Nagasaki. Un centinaio di località hanno contribuito all’erezione dell’altar maggiore inviando ognuna una rovina del loro monumento più significativo. Milano ha inviato alcune guglie del Duomo, cadute durante i bombardamenti dell’agosto 1943, e, in più, una parte del pavimento del Duomo stesso che ora copre tutto il presbiterio del Tempio di Cella.
Questo Tempio – Sacrario, prima di tutto ha accolto il ricordo di tutti i morti della guerra, ovunque e comunque Caduti; specialmente quelli che si combatterono tra loro nella stessa nazione: Italia in particolare.
Arredato liturgicamente il Tempio, si è sviluppato il tema della fratellanza umana. Così, la vasca battesimale è costituita dall’otturatore di un cannone 305 della corazzata Andrea Doria; quello che lanciava la distruzione e la morte, ora lancia nella vita i nostri bambini.
Armi insanguinate, deposte ed offerte da tutto il mondo, aventi tutte una storia particolare, ora compongono la figura del Crocifisso: Cristo visto attraverso i nostri dolori, anzi, costituito da essi.
Resti di due navi inglesi che hanno partecipato allo sbarco in Normandia formano il pulpito, ora non più in uso, ma rimangono come simbolo di un ideale di pace che naviga nell’agitato mare del mondo di oggi; quel mare che ribolle in tutti i continenti e che, per i voti del Tempio, per la tua visita ad esso fa, o per i sentimenti che ti ispirano queste righe che stai leggendo, auspichiamo tornare del tutto tranquillo; e le onde, purificandosi, lasciano un po’ di sabbia, una conchiglia, un sassolino, come vedete raccolti ed allineati nelle teche della balaustra dove si leggono i nomi dei fiumi più famosi.
Nella parte destra del Tempio, la visione si fa più dolce per la presenza dominante di una Madonna cinese e di tanti altri simbolici richiami di pace.
Bisogna vederlo qui questo Tempio. Non lo si può descrivere, e tanto meno si può trasmettere l’emozione che esso suscita. Il visitatore che arriva trova spesso cambiamenti: e questo perché, continuando gli arrivi, si completa, si sposta, si sostituisce.
Alcuni domandano: ma come è stato possibile realizzare tutto questo? E’ stata la semplicità e la bontà dell’idea, che ha conquistato molti cuori in un particolare momento storico. Autorità, diplomatici, giornalisti, grandi ditte, scolaresche, italiani all’estero e specialmente le associazioni combattentistiche di varie nazioni, hanno "sentito, aderito e contribuito.
L’universalità dell’iniziativa viene subito rilevata dal visitatore, al suo ingresso nel tempio, osservando le bandiere nazionali che ne adornano le parti, tese come mani in preghiera per una implorazione corale di pace.
Questa è una chiesa diversa dalle altre (i giornalisti la ritengono unica al mondo) e per capirla non bisogna fermarsi all’oggetto che si vede, altrimenti potrebbe sembrare una raccolta di strane cose, ma leggere le scritte e andare al significato di quanto appare, ed ascoltare il muto linguaggio. Ci sono cose che con la guerra non entrano per niente, ma non bisogna dimenticare che ci sono anche le battaglie della vita, del progresso, della scienza, della salute. E poi… tanti vogliono che ci sia qui un loro ricordo, qualunque esso sia.
L’animo del visitatore si rattrista un po’, perché trova una documentazione tangibile delle sventure che hanno colpito la nostra generazione, ma quando poi torna all’aperto, al sole, al verde, ai fiori, si sveglia come da un sogno strano, ritrova se stesso e torna a sorridere ancora alla vita ed al suo avvenire.
Così anche tu, persona che hai visitato il Tempio della Fraternità, o ne stai leggendo questa breve storia, forse senza rendertene conto, sei diventata un pietra viva di questo "cantiere", una pietra viva ed immortale, ben più importante di quelle che hai viste o vedrai qui.
E tutte queste pietre "vive" costruiranno insieme un avvenire di vera pace, di collaborazione, di fratellanza tra gli uomini e le nazioni.

***
All'interno di questo Sacrario vi è anche un cippo in legno, posizionato vicino all'altare, che raffigura un carabiniere, con relativo cappello, foulard, e bandoliera, che a sua volta sorregge un quadro con dipinti i Carabinieri caduti nella strage di Nassiriya, mentre nei fianchi ha dei rametti spezzati con le bandierine tricolori e su tali bandierine vi sono le foto di ogni caduto militare o civile, sempre di Nassiriya.
Tale cippo sorregge un mattone prelevato nel luglio 2004 dall'app. scelto Armando Semeraro dai resti della base Maestrale della M.S.U dei Carabinieri in Nassiriya, crollata nell'attentato terroristico del 12-11-2003, e portato a Cella di Varzi il 19/09/2004.
All'esterno del Tempio, di fronte all'ingresso, è stato costruito, nel mese di ottobre 2006, da un carabiniere in congedo, un monumento a ricordo di tutti i Carabinieri.
Tale monumento è costituito da un piedistallo in sasso a vista che sorregge da una parte una statua di due carabinieri nella tormenta ed in fianco un blocco di granito che sorregge la Madonnina "bianca azzurra" Virgo fidelis, patrona e protettrice dei Carabinieri.

Ultimamente sono state aggiunte due composizioni (quasi due altari): la prima dedicata ai "Trapassati" cioè ai defunti, che in qualche modo hanno avuto relazione col Tempio della Fraternità, e la seconda dedicata ai "Futuri" ossia alle generazioni che si stanno affacciando e si affacceranno alla vita, e questo perché anche i futuri sono già vivi nella mente e nel cuore di Dio.

Scheda realizzata in collaborazione con VarziViva

Letto 2835 volte

Articoli correlati (da tag)

Chiesa dei SS. Pietro e Paolo

28 Aprile 2013 in CHIESE 2156 hits

La Chiesa parrocchiale dei S.S. Pietro e Paolo si trova in Località Susella, nel Comune di Rocca Susella, proprio accanto…

 from 0 votes

Oratorio S. Rocco

28 Aprile 2013 in CHIESE 2462 hits

L'Oratorio di San Rocco, situato nei pressi della località Poggio Alemanno, rappresenta uno dei punti più belli e caratteristici del…

 from 0 votes

Basilica di San Marcello di Montalino di Stradella

18 Aprile 2013 in CHIESE 3699 hits

La Basilica di San Marcello, è una chiesa costruita in stile romanico lombardo nel XII secolo, fu edificata sul luogo di…

3.00  from 1 votes

Chiesa di Pancarana del Comune di Bastida Pancarana

14 Aprile 2013 in CHIESE 2129 hits

Nella Frazione Pancarana del Comune di Bastida Pancarana sorge una chiesetta esternamente insignificante, che nel proprio interno custodisce preziosi affreschi…

 from 0 votes

Chiesa Cristo Re

06 Aprile 2013 in CHIESE 2422 hits

DESCRIZIONE Esterno. L’ingresso (costituito da portale rettangolare in legno a riquadri) è preceduto da un piccolo pronao sostenuto da due…

 from 0 votes

Oratorio S. Caterina

06 Aprile 2013 in CHIESE 2165 hits

DESCRIZIONE Esterno. La facciata, molto semplice, presenta, sopra il portale ad arco una piccola nicchia. Lato destro: è completamente privo…

 from 0 votes

Oratorio S. Carlo

06 Aprile 2013 in CHIESE 2138 hits

DESCRIZIONE Esterno. Facciata: la copertura in aggetto fa da tettoia all’ingresso, ed è sostenuta da due travi con sezione tonda,che…

 from 0 votes

Oratorio S. Desiderio

06 Aprile 2013 in CHIESE 2168 hits

DESCRIZIONE Esterno. Facciata: in stile neoclassico, presenta sui lati due pilastri incassati a sostegno del frontone soprastante. L’ingresso (una porta…

 from 0 votes

Chiesa S. Giovanni

06 Aprile 2013 in CHIESE 2168 hits

DESCRIZIONE Esterno. Facciata: la facciata è preceduta da un portico a pianta quadrata. Questo è costituito da quattro pilastri, di…

 from 0 votes

Oratorio S. Bartolomeo Ap. Godiasco

06 Aprile 2013 in CHIESE 2187 hits

DESCRIZIONE Esterno. Facciata: questa, come il resto dell’edificio, si presenta in mattoni a vista, e risulta inquadrata da due pilastri…

 from 0 votes

Chiesa S. Siro

06 Aprile 2013 in CHIESE 2095 hits

DESCRIZIONE Esterno. Facciata: è preceduta da pronao di pianta rettangolare, con ingresso rettangolare sormontato da monofora quadrilobata; stessa monofora anche…

 from 0 votes

Chiesa SS. Siro e Reparata

06 Aprile 2013 in CHIESE 2058 hits

DESCRIZIONE Esterno. Facciata: in stile gotico-lombardo; la linea degli spioventi del tetto, a capanna, è decorata da doppio ordine di…

 from 0 votes

Chiesa S. Eusebio Vescovo

06 Aprile 2013 in CHIESE 2175 hits

DESCRIZIONE Esterno. Facciata: ingresso rettangolare, sormontato da finestra quadrata; agli estremi della facciata, lesene in mattoni a vista. Interno. Lato…

 from 0 votes

Oratorio S. Antonio da Padova

06 Aprile 2013 in CHIESE 2141 hits

DESCRIZIONE Esterno. Facciata: in pietre a vista, come il resto dell’edificio. L’ingresso, ad arco a tutto sesto, è fiancheggiato da…

 from 0 votes

Chiesa S. Maria e S. Giorgio

06 Aprile 2013 in CHIESE 2105 hits

DESCRIZIONE Esterno. Facciata: l’ingresso è preceduto da un pronao sormontato da lunetta affrescata; il pronao è sostenuto da due colonne…

 from 0 votes

Chiesa S. Martino Vescovo

06 Aprile 2013 in CHIESE 1934 hits

DESCRIZIONE Esterno. Facciata: per una descrizione più dettagliata riguardante le decorazioni in cotto, si  rimanda alle specifiche schede artistiche. Due…

 from 0 votes

Oratorio Imm. Concezione

06 Aprile 2013 in CHIESE 2063 hits

DESCRIZIONE Il lato sinistro dell’edificio risulta addossato alla villa. Esterno. Facciata: il portale è sormontato da una cornice ad arco…

 from 0 votes

Chiesa B.V. Maria Assunta

06 Aprile 2013 in CHIESE 2073 hits

DESCRIZIONE Esterno. Facciata: dai lineamenti tipicamente seicenteschi. Il portale d’ingresso, di forma rettangolare, risulta inquadrato da quattro paraste (due per…

 from 0 votes

Chiesa S. Giovanni B. Brallo

06 Aprile 2013 in CHIESE 2001 hits

DESCRIZIONE Esterno. Facciata: suddivisa in tre scomparti da quattro lesene a tutta altezza. Sopra il portale, ad arco a tutto…

 from 0 votes

Chiesa S. Lorenzo Brallo

06 Aprile 2013 in CHIESE 2011 hits

DESCRIZIONE Esterno. Facciata: suddivisa in tre scomparti da quattro lesene a tutta altezza. Sopra il portale, ad arco a sesto…

 from 0 votes

Chiesa SS. Marziano e Colombano

06 Aprile 2013 in CHIESE 1920 hits

DESCRIZIONE Esterno. Facciata: suddivisa in tre scomparti da quattro lesene a tutta altezza con capitelli a modanatura composita. Il portale…

 from 0 votes

Oratorio SS. Gervasio e Protasio

06 Aprile 2013 in CHIESE 1927 hits

DESCRIZIONE Esterno. Si accede al sagrato dell’edificio, superando un piccolo portico in pietra. Facciata: il portale d’ingresso, con architrave e…

 from 0 votes

Chiesa S. Agata V. M.

06 Aprile 2013 in CHIESE 2137 hits

DESCRIZIONE Esterno. Facciata: suddivisa in tre scomparti da quattro lesene a tutta altezza, di cui, le più esterne, presentano capitello…

 from 0 votes

Chiesa S. Martino Vescovo Borgo P.

06 Aprile 2013 in CHIESE 2027 hits

DESCRIZIONE Esterno. Facciata: dai lineamenti semplici; il portale rettangolare è sormontato da una vetrata a lunetta. Al disopra, una monofora…

 from 0 votes

Chiesa Madonna della Guardia

06 Aprile 2013 in CHIESE 2176 hits

DESCRIZIONE Esterno. Facciata: l’ingresso rettangolare è inserito in un’edicola ad arco a tutto sesto; ai lati, lesene in mattoni con…

 from 0 votes

Chiesa Madonna della Neve Borgo Priolo

06 Aprile 2013 in CHIESE 2035 hits

DESCRIZIONE Esterno. Facciata: in stile neoclassico, con due lesene ai lati. Profilo del tetto in cotto. 

 from 0 votes

Cappella Beata Vergine del Rosario

06 Aprile 2013 in CHIESE 2074 hits

DESCRIZIONE Esterno. Facciata: il portale rettangolare è inquadrato da una cornice sporgente. Sopra il portale, una finestra a strombatura. La…

 from 0 votes

Chiesa S. Lorenzo Martire

06 Aprile 2013 in CHIESE 2039 hits

DESCRIZIONE Esterno. Facciata: caratterizzata da due lesene alle estremità laterali, con alti basamenti e capitelli dai lineamenti curvilinei. Al disopra…

 from 0 votes

Chiesa Sacro Cuore di Gesù

06 Aprile 2013 in CHIESE 2009 hits

DESCRIZIONE Esterno. Facciata in cotto, priva di particolari elementi decorativi.  Interno. L’ingresso all’edificio è sul lato sinistro. Lato destro e…

 from 0 votes

Oratorio Madonna Pellegrina

06 Aprile 2013 in CHIESE 2118 hits

DESCRIZIONE Esterno. Facciata: è caratterizzata da un arco a tutto sesto che, in parte è murato ed intonacato, in parte…

 from 0 votes

Chiesa S. Antonio da Padova

06 Aprile 2013 in CHIESE 2089 hits

DESCRIZIONE Esterno. Pronao: è sostenuto da due pilastri quadrangolari in mattoni e intonaco (con piedistallo quadrangolare), formanti arcate a tutto…

 from 0 votes

Cappella Madonna delle Grazie

06 Aprile 2013 in CHIESE 2485 hits

DESCRIZIONE Esterno. Portico: è sostenuto da due colonne; nel frontone è incastonata una targa in marmo bianco che riporta la…

 from 0 votes

Oratorio Madonna di Caravaggio Bagnaria

06 Aprile 2013 in CHIESE 2449 hits

DESCRIZIONE Esterno. Portico: presenta una balaustra in pietra e cemento intonacato che protegge il lato dell’ingresso e il lato destro;…

 from 0 votes

Oratorio Madonna della Neve Bagnaria

06 Aprile 2013 in CHIESE 2364 hits

DESCRIZIONE Esterno. Portico: risulta aperto su tre lati da archi a tutto sesto; è delimitato su due lati (tra l’ingresso…

 from 0 votes

Oratorio S. Rocco Bagnaria

06 Aprile 2013 in CHIESE 2194 hits

DESCRIZIONE Esterno. Portico: è caratterizzato da due sottili colonne sormontate da abaco, che sostengono architrave e frontone, privo di decorazioni;…

 from 0 votes

Chiesa SS. Pietro e Paolo

06 Aprile 2013 in CHIESE 2052 hits

DESCRIZIONE Esterno. Facciata: si presenta con tetto a due spioventi (a capanna). L’ingresso, rettangolare con portale in legno ad unica…

 from 0 votes

Cappella Vergine Maria Immacolata

06 Aprile 2013 in CHIESE 2234 hits

DESCRIZIONE Esterno. La facciata è caratterizzata dai due spioventi del tetto sui quali culmina una croce in ferro battuto. L’ingresso…

 from 0 votes

Chiesa SS. Cornelio Cipriano

06 Aprile 2013 in CHIESE 1934 hits

Esterno. Facciata: risulta compresa tra due paraste lievemente sporgenti con capitello finemente decorato a motivi vegetali. Il portale, situato al…

 from 0 votes

Chiesa di San Ponzo

06 Febbraio 2013 in CHIESE 2466 hits

La chiesa, benché non sia più la primitiva, presenta caratteri antichi ed è molto simile, nelle mura esterne, a quella…

 from 0 votes

Il Tempio della Fraternità

06 Febbraio 2013 in CHIESE 2835 hits

La storia del Tempio della Fraternità è una storia semplice, legata al ricordo dell’ultima guerra mondiale, quando infuriavano in tante…

 from 0 votes

La Chiesa dei Bianchi

06 Febbraio 2013 in CHIESE 2103 hits

La Compagnia dei Battuti di Varzi e l'Arciconfraternita del Gonfalone di Roma, nel 1636 decisero di costruire un loro oratorio,…

 from 0 votes

Chiesa dei Rossi

06 Febbraio 2013 in CHIESE 2441 hits

Il Borgo di Varzi offre, oltre alla più rinomata chiesa romanica dei Cappuccini, un'altra perla architettonica a chi si «avventura»…

 from 0 votes

Pieve S. Zaccaria

06 Febbraio 2013 in CHIESE 2375 hits

Descrizione Esterno. Facciata: realizzata nel 1895, riprende lo stile barocco. La parte inferiore risulta divisa in scomparti da sei lesene…

 from 0 votes

Eremo di Sant'Alberto di Butrio

06 Febbraio 2013 in CHIESE 2481 hits

DescrizioneEsterno. Facciata: sopra il portale rettangolare d’ingresso, una finestra a lunetta con archivolto in mattoni a vista. A destra e…

 from 0 votes

Chiesa dei Cappuccini

06 Febbraio 2013 in CHIESE 2096 hits

Descrizione Esterno. Facciata: può essere suddivisa in zona superiore ed inferiore. La zona inferiore presenta, al centro, il portale rettangolare,…

 from 0 votes

Oratorio Madonna di Caravaggio

06 Febbraio 2013 in CHIESE 2256 hits

Descrizione Esterno. Portico: è sostenuto da due colonne; nel frontone è incastonata una targa in marmo bianco che riporta la…

 from 0 votes

Chiesa S. Bartolomeo Ap. Bagnaria

06 Febbraio 2013 in CHIESE 3000 hits

Descrizione La zona del castello ancora leggibile consiste in un pianoro dalla forma quadrilatera, chiuso verso est dall’unico resto del…

 from 0 votes

E altri ...

Offerte speciali in Oltrepò