Errore
  • JFile: :copy: Non è stato possibile trovare o leggere il file: $/web/htdocs/www.oltrepeat.com/home//media/k2/attachments/221txt_spch.mp3
Stampa questa pagina
From:

Castello di Arena Po

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Nella parte settentrionale dell'abitato, presso la sponda destra del Fiume Po, quasi a lambirla, si erge un massiccio castello la cui origine è collocata nel XIII secolo, che doveva certamente essere importante, non solo localmente, dato che il Po era navigabile e via commercialmente trafficata e lo si può desumere anche dalle dimensioni. Il fortilizio venne danneggiato o distrutto e ricostruito nelle forme attuali presumibilmente nel XIV secolo. Aveva funzione di "cerniera" tra le fortificazioni della pianura e quelle dell'Oltrepò. Le vicende successive e lo stato di abbandono, in cui per lungo tempo ha versato, ne hanno danneggiato ed in parte distrutto le strutture.

Nello stato di rudere, in cui versa, l'insieme è imponente, nella struttura massiccia e nuda con mura di spessore variabile tra il metro ed il metro e trenta, tutta in laterizio. Si tratta di un edificio monoblocco rinforzato in un alta torre posta sull'angolo orientale, a filo delle cortine (soluzione che fa propendere per un antichità del complesso, visto che già nel XIV secolo era ormai consolidata in Lombardia la tradizione delle torri sporgenti dalle cortine per garantire un tiro di fiancheggiamento) La muratura in mattoni presenta scarse finestre rettangolari ricavate dalle originarie monofore, ai piani superiori. Si intravedono tracce di interventi edili importanti successivi, le cui murature si sono interconnesse con quelle della torre, da supporre precedenti. Sulla facciata settentrionale è visibile una profonda crepa, generata da un distacco delle murature, che potrebbe essere molto pericolosa per la staticità dell'insieme. Nonostante alcuni interventi effettuati nel secolo scorso, precisamente negli anni settanta, lo stato di conservazione è cattivo.

Letto 3304 volte
arno faravelli

Ultimi da arno faravelli